Primi piatti

Tuttacuccagna   Antipasti   Secondi Carne   Secondi Pesce   Dolci 

 

Pieter Bruegel il Vecchio, nozze di contadini, 1568, Vienna Kunsthistorisches Museum

 

Ricette

  Spaghetti alla bottarga | Pasta con broccoli alla trapanese

Pasta con pesto alla trapanese | Pasta con le sarde

Pasta con i ceci

 

 

Invia un E-MAIL con la tua ricetta e  la pubblicheremo in questa rubrica

 

 

 

 

 

Spaghetti all’ovu di tunnu

Spaghetti alla bottarga

 

Ingredienti: 

  • 100 g. di bottarga. 
  • 500 g. di spaghetti. 
  • 100 g. di pecorino grattugiato. 
  • 2 spicchi d’aglio.
  • 1 foglia di basilico.
  • prezzemolo, olio e sale q.b.  

 

Preparazione: Sciogliete in un tegame la bottarga con un po’ d’acqua , aggiungete un bicchiere d’olio, i due spicchi d’aglio finemente affettati, il basilico ed il prezzemolo tritato. Lasciate cuocere per un paio di minuti.

A parte lessate la pasta, scolatela al dente e versatela nel tegame dove avete sciolto la bottarga. Mescolate bene ed infine aggiungete il pecorino, lasciate riposare per un paio di minuti a tegame coperto prima di servire.

 

Torna su


   
 
 
 
  
Pasta chi vrocculi a trapanisa

Pasta con i broccoli alla trapanese

 

Ingredienti:

  • 500 g. di bucatini.

  • 200 g. di polpa di maiale tritata. 

  • 1 cipolla.

  • 200 g. di estratto di pomodoro. 

  • 1 cavolfiore medio. 

  • 100 g. di tuma. 

  • 50 g. di mandorle abbrustolite. 

  • 100 g. di pecorino. 

  • 100 g. di farina. 

  • olio, pepe e sale q.b.  

 

Preparazione: Lessate il cavolfiore, scolatelo e tagliatelo a pezzetti.

Sciogliete la farina con dell’acqua in modo da preparare una pastella, versatevi le cime del cavolfiore, aggiungete sale e pepe e friggete in olio caldo.

A parte soffriggete la cipolla affettata con un pò d’olio, unite la carne tritata, lasciate rosolare e aggiungete l’estratto di pomodoro, allungate con un po’ d’acqua, regolate il sale e d il pepe e lasciate addensare per circa 10 minuti.

Lessate i bucatini, scolateli al dente e conditeli con il sugo preparato, aggiungete il pecorino grattugiato e le mandorle tritate.

Mescolate e versate in una teglia unta d’olio, unite le frittelle di cavolfiore e la tuma a pezzetti, coprite con altra pasta condita, spolverate con pecorino grattugiato, un filo d’olio e passate al forno caldo per 20 minuti.  

Torna su


  

   

 

 

 

Pasta cu pistu trapanisi

Pasta con pesto trapanese

 

Ingredienti: 

  • 600 gr. di pasta casereccia (si consigliano le busiate fresche oppure la iolanda).

  • 6 spicchi d'aglio.

  • 6 pomodori maturi medi.

  • 100 gr. di mandorle.

  • 1 mazzetto di basilico.

  • olio, sale e pepe q.b.

 

Preparazione: Mettete in un mortaio l'aglio e il basilico con un pò di sale e pestate a lungo fino ad ottenere una vera e propria crema. Aggiungete il pomodoro spellato, il pepe, l'olio, le mandorle (preferibilmente tostate) e continuate a pestare fino a ricavarne un composto omogeneo (in alternativa al mortaio potete utilizzare il frullatore). Lessate la pasta e appena cotta versatela nella zuppiera e aggiungete il pesto.

   

Torna su


 

 

 

 

 

Pasta cu li sardi

Pasta con le sarde

Premessa:

Si tratta di una delle pietanze più caratteristiche e tradizionali della cucina siciliana. Viene preparata esclusivamente  in primavera, quando germogliano i teneri rametti del finocchietto selvatico (foeniculum vulgare) che ne costituiscono ingrediente fondamentale.

Ingredienti: 

  • 1 kg di finocchietto selvatico; 

  • 500 g di sarde fresche;

  • 600 g di bucatini;

  • 2 cipolle tritate;

  • 6 acciughe salate; 

  • 50 g di pinoli;

  • 50 g di uva passolina;

  • 50 g di mandorle abbrustolite; 

  • pangrattato.  

 

Preparazione: Lavare, togliere la testa e la spina alle sarde ed aprirle a linguata, cioè lasciandole unite per il dorso. Passare alla mezzaluna i finocchietti lessati: andranno a finire in tegame in un soffritto d’olio e cipolla tritata, acciughe salate e lavate e diliscate, pepe, pinoli, zafferano diluito in acqua tiepida e l’uva passolina, prima fatta rinvenire in acqua calda, infine dovranno rosolare insieme a metà delle sarde fresche.

La salsa ottenuta dovrà essere spatolata per risultare omogenea.Ora , nell’acqua salata dei finocchietti , si possono lessare al dente i bucatini: scolarli e mescolarli con 2/3 del condimento. Riscaldare il restante terzo in un pentolino con un po’ d’olio,  per passare alle sarde fresche e aperte a linguata: adoperare il tutto per ricoprire la pasta condita nel tegame da forno unto con un pò d’olio e pangrattato tostato. Ultimo tocco, cospargere su questo strato le mandorle abbrustolite e tritate e un altro po’ di pangrattato tostato. Ora la pasta può andare in forno per ricevere in dieci minuti o poco più la smaltatura.  

Torna su


 

 

 

 


 

Pasta chi ciciri

Pasta con i ceci

 

Ingredienti: 

  • 700g di ceci secchi; 

  • 400 g di patrinnostri ,

  • ditali grandi( pasta );

  • 100g di guanciale o pancetta affumicata; 

  • 50 g di erba cipollina;

  • salvia;

  • ½ peperoncino;

  • 1 pizzico di bicarbonato;

  • olio d’oliva, rosmarino,sale.

 

Preparazione: 

Mettere ad ammollare i ceci secchi in acqua con un pizzico di bicarbonato per un’intera notte.

Prendere un tegame di coccio, rosolare con un poco d’olio la pancetta tagliata a dadini , insaporita da  una foglia di salvia,un pizzico di rosmarino, l’erba cipollina trita, il peperoncino 
a pezzetti.

A parte , in acqua abbondante, avremo bollito i ceci e, nella stessa acqua, lesseremo i grani ditali detti paternostri. Quando la pasta è al dente , spegnere il fuoco ,togliere con un mestolo  un po’ d’acqua eccessiva se dovesse risultare eccessiva e condire con l’intingolo del tegame.

 

Torna su